"Tra le rocce e il cielo 2012"

Data: 
Sabato, 11 Agosto, 2012

IL FESTIVAL TORNA IN VALLARSA DAL 30 AGOSTO AL 2 SETTEMBRE. Leggi tutti i comunicati stampa.

TRA LE ROCCE E IL CIELO 2012, il Festival della montagna vissuta con consapevolezza torna in Vallarsa dal 30 agosto al 2 settembre.
Mostre, film, incontri, uscite sul territorio, convegni, laboratori, concerti, spettacoli, presentazioni di libri arricchiranno le quattro giornate della manifestazione - organizzata dall’associazione culturale Tra le rocce e il cielo in partnership con Accademia della montagna del Trentino - che si svolge nel suggestivo e incontaminato ambiente della Vallarsa, all’ombra delle Piccole Dolomiti.

Il Festival si aprirà giovedì 30 agosto con la giornata dell’arte della montagna. Nel pomeriggio gli autori presenteranno i loro libri, tra loro anche Carmine Abate, finalista del Premio Campiello. La sera la storia della costruzione della diga di Speccheri, “la scoperta del "petrolio del Trentino", l'energia idroelettrica” sarà messa in scena in uno spettacolo teatrale, in prima visione assoluta, scritto da Gigi Zoppello e diretto da Mariano De Tassis: “La diga è una cosa meragvigliosa”.

Venerdì 31 agosto la giornata dedicata alla vita in montagna sarà centrata sul convegno “Uomo e montagna: paesaggi in trasformazione”. Scienziati, esperti, studiosi, economisti parleranno della manutenzione del paesaggio e del ritorno consapevole alla montagna. Armando Aste e gli altri protagonisti della prima conquista italiana dell’Eiger rievocheranno l’impresa. Accademia della montagna e il Museo storico di Rovereto presenterà una guida per ragazzi sui sentieri storici della Vallarsa e porterà le famiglie al Forte di Matassone. E la sera dopo l’incontro–spettacolo con Davide Sapienza “La musica della neve”, ci sarà  “La gioia dell’andar lenti”: l’astrofisica Margherita Hack confronterà la sua esperienza con altri viaggiatori lenti.

Sabato 1 settembre il convegno “Piccole scuole, piccole lingue” aprirà la giornata dedicata alle minoranze linguistiche. Ci sarà un incontro sui grandi carnivori: “Le attività umane e i grandi carnivori sulle Alpi: una convivenza possibile?”. La sera le antiche suggestioni klezmer degli “Ziganoff” di Renato Morelli saranno protagoniste di un concerto acustico.

Domenica 2 settembre è la giornata della storia. Al mattino, a Campogrosso, si potrà vedere una rievocazione storica con soldati in divisa della Grande Guerra.  Durante la festa degli alpini, saranno presentati libri, mostre e sentieri.  Nel pomeriggio, all’interno del Progetto “Pasubio 100 anni” sarà presentata la prima linea austro-ungarica che corre vicino all’abitato di Foppiano. Il Festival si chiuderà con il concerto dell’Orchestra popolare delle Dolomiti, che presenterà un repertorio sconosciuto, tratto da antichi manoscritti delle Dolomiti di inizio ‘900.

Il programma di tra le Rocce e il cielo – visitabile sul sito www.tralerocceeilcielo.it -  comprende anche escursioni  di nordic walking e orienteering. Si potrà fare trekking con gli asini, un’escursione sul Sentiero della Pace, una visita alla diga di Speccheri, o una rilassante passeggiata tra le numerose mostre allestite nella valle. Ce ne saranno di pittoriche e fotografiche, una sulla  guerra raccontata ai ragazzi nelle pagine del Corriere dei piccoli, un’altra su come si faceva il formaggio una volta. Una sulla storia dei bacini idroelettrici in trentino curata dalla Fondazione Museo storico di Trento e un’altra sulle mutazioni del paesaggio nel tempo realizzata con la collaborazione del Museo delle scienze di Trento. Non mancherà una rassegna cinematografica con film di Renato Morelli, Michele Trentini, Giorgio Diritti e Fredo Valla e Vittorio Curzel. Verranno premiati i vincitori del concorso video “Racconta la tua montagna – Dentro il paesaggio”, bandito per la prima volta quest’anno. Si potranno seguire anche un laboratorio di danze popolari e un corso di fotografia.
Il festival gode del patrocinio dal CAI e dalla SAT, del Comune di Vallarsa, della Comunità della Vallagarina, della Provincia Autonoma di Trento e della Regione Trentino Alto Adige.
Viene organizzato con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto, di APT Rovereto e Vallagarina, Bim Trento, Cassa Centrale Banca, Cassa Rurale di Lizzana e Fondazione Vallarsa.
Prezioso per la realizzazione della manifestazione è il contributo di AGSM e degli altri sponsor: Cantine Vivallis, Concessionaria Franceschi, Distilleria Marzadro e Grafiche Futura.

A seguire in allegato i comunicati stampa del Festival:

- Magherita Hack, la TAV e il paesaggio. Si è conclusa con l’incontro “La gioia dell’andar lenti”. Comunicato stampa n. 19

- La giornata della vita in montagna. Tema predominante è la trasformazione del paesaggio nel suo rapporto con l’uomo. Verrà presentata la guida per ragazzi di Accademia della Montagna del Trentino sui percorsi storici della Vallarsa e i protagonisti della prima salita italiana all’Eiger racconteranno, a distanza di 50 anni, la loro impresa. E dopo l’incontro performance di Davide Sapienza toccherà a LA GIOIA DELL’ANDAR LENTI, incontro con Margherita Hack (che per questioni di salute sarà presente in videoconferenza) e altri pazienti viaggiatori. Comunicato stampa n. 17. A causa della pioggia il programma ha subito alcune modifiche. Comunicato stampa n. 18

- La giornata della arte della montagna. Si apre l’edizione 2012 del Festival della Montagana TRA LE ROCCE E IL CIELO con una giornata che offre incontri ravvicinati con scrittori e uno show, in prima visione assoluta. Comunicato stampa n. 16

- La diga è una cosa meravigliosa. Un vero piccolo grande musical, con una protagonista insolita: la diga di Speccheri in Vallarsa, opera ormai entrata nella storia della vallata e della sua gente, che viene cantata in uno spettacolo che aprirà, giovedì 30 agosto. Comunicato stampa n. 14

- All'ombra della diga. La Fondazione museo storico di Trento presenta, durante il Festival, una mostra sull’impianto idroelettrico sul Leno di Speccheri e Maso Corona. Comunicato stampa n. 13

- Gli scrittori si presentano. Da Carmine Abate a Italo Zandonella Callegher, passando da Spiro Dalla Porta Xydias e Roberto Mantovani, Alberto Folgheraiter e Tona Sironi. Sono questi gli scrittori che si racconteranno durante il Festival. Comunicato stampa n. 12

- La montagna dei ragazzi: lungo i sentieri della Grande Guerra. Il progetto che Accademia della montagna del Trentino ha realizzato in collaborazione con il Museo Storico Italiano della Guerra di Rovereto, Una collana di guide storico-escursionistiche per ragazzi, per imparare a conoscere la montagna trentina attraverso la Grande Guerra. Comunicato stampa n. 11

- Uomo e montagna: paesaggi in trasformazione: un convegno che indaga il cambiamento del paesaggio alpino in relazione al suo rapporto con l’uomo, e mostre che hanno come tema il paesaggio. Comunicato stampa n. 10

- L'Eiger 50 anni dopo: A cinquant’anni dall’impresa si ricorda la prima conquista italiana dell’Eiger con i protagonisti della scalata, gli alpinisti Armando Aste, Gildo Airoldi, Andrea Mellano, Romano Perego, Franco Solina. Comunicato stampa n. 9.

- La grade guerra: Una mostra che racconta la mobilitazione dell’infanzia nel primo conflitto mondiale attraverso le pagine del Corriere dei Piccoli, una rievocazione storica in divise d’epoca, un film, un libro e un progetto innovativo che permette di ripercorrere i percorsi della storia grazie allo smartphone. Comunicato stampa n. 8.

- Piccole scuole piccole lingue: Il convegno a "Tra le rocce e il cielo". Quali soluzioni hanno trovato le comunità dell’arco alpino per garantire la presenza di presidi scolastici anche in zone disagiate o poco abitate? Comunicato stampa n. 7.

- A spasso per la Vallarsa: uscite storiche e naturalistiche sul territorio e laboratori. Comunicato stampa n. 6

- I modi di vivere la montagna: rassegna di film a "Tra le rocce e il cielo". Comunicato stampa n. 5

- Musica e danze tra le rocce ed il cielo: dal Klezmer al jazz lungo la route tzigane, in uno spumeggiante intreccio tra dixie jazz e  swing zingaro manouche. Comunicato stampa n. 4

-