L'Accademia della montagna coordina il gruppo "SENTIERO DELLA PACE"

L’Accademia della Montagna ha costituito il gruppo SENTIERO DELLA PACE con l’obiettivo di accertare lo stato attuale dello stesso, definire l’entità degli interventi necessari al completo ripristino e conoscere l’impegno finanziario per il recupero del tracciato.

Il gruppo è formato da: Giuseppe Pedrotti (S.A.T.), Franco Buffa (Servizio Conservazione Natura e Protezione Ambientale - ex S.R.V.A. della P.A.T.), Claudio Fabbro (Servizio Turismo della P.A.T.),  e Iva Berasi (Direttrice dell’Accademia della Montagna).

Il gruppo ha concluso il proprio lavoro con la definizione delle necessità per lo scopo in oggetto qui descritte.

Gli interventi si riferiscono a rendere percorribile il tracciato con il recupero delle trincee, rifacimento muri crollati, ripristino piccole frane, passerelle e ponti e posizionamento di una segnaletica uniforme come da protocollo provinciale, al fine di garantire la fruibilità del sentiero nel tempo.

Fra il 2008 e il 2009 sono stati eseguiti, da parte dell’ex S.R.V.A., i lavori relativi al tratto Passo della Borcola - Vetriolo, lungo circa 95 km. Per l’intervento sono stati complessivamente impegnati a bilancio Euro 320.000 (264.000 det. 81/2008 + 56.000 det. 27/2009) con un costo di circa 3.300 Euro/km.

Il verbale della Giunta Provinciale del 7 luglio 2006 prevedeva un impegno complessivo (anni 2008, 2009, 2010) di Euro 553.000, quindi ne restano da impegnare ancora Euro 233.000 su 297.000 euro necessari a questo tratto.

Il tratto che sarà preso in considerazione, con la disponibilità finanziaria residua però non sufficiente, è quello dal Passo della Borcola al lago di Garda, di circa 90 chilometri. Il sentiero della pace è lungo 390 chilometri, avendo eseguito i lavori su un tratto di 95 e programmati su uno di 90, il rimanente tracciato è di Km. 205. 

Si prevede di concludere la progettazione entro l'inizio del 2011 in maniera da iniziare i lavori nei mesi di marzo/aprile.  L’intento è quello di terminare i lavori entro il 2013 e poter valorizzare il sentiero nel 2014, centenario della grande guerra, quale simbolo di pace.

Il progetto è stato sottoposto all’attenzione del presidente Dellai e si è in attesa di risposta all’interno del bilancio 2010/2011