Montagne senza vette

..il coraggio di sentirsi liberi, di rinunciare alla vetta quando esiste anche un solo minimo sospetto di un possibile rischio.
E' disponibile il nuovo libro, “Montagne senza vetta”, curato da Massimo Dorigoni, che il Tavolo della Montagna di Accademia, ha deciso di patrocinare e sostenere.Troverete i racconti di alcuni tra i più forti alpinisti trentini e italiani 
Un' opera nata anche con un’obiettivo sociale: quello di raccogliere fondi per dotare i rifugi del Trentino più isolati e difficili da raggiungere di un defibrillatore semiautomatico, strumento che può salvare la vita di tante persone.
Un progetto risuonato anche durante il Filmfestival quando il pubblico ha appreso la triste notizia della morte dell'alpinista svizzero Ueli Steck sull'Everest.
Link alla notizia su http://www.ladige.it