Una bella storia nata grazie ad Accademia della Montagna e SAT

Figli di una collaborazione proficua; quando formazione e collaborazione funzionano!

La lettera di Luana Silveri, della Cooperativa Alpes

"Anche quest’anno Accademia della Montagna, Commissione Tutela Ambiente Montano – SAT e Università di Trento hanno organizzato il corso di formazione di pianificazione e gestione delle aree montane. Tra gli studenti del corso c’ero anche io.
Mi chiamo Luana Silveri, sono una Biologa; per sette anni ho lavorato nell’ambito della ricerca; risorse idriche, cambiamenti climatici, idroelettrico e territorio alpino. Da poco meno di un anno ho deciso di inseguire un piccolo sogno personale; coniugare i miei studi e le mie conoscenze scientifiche con la passione per il territorio montano, inteso come ambiente, storia, cultura e natura. Nasce a marzo 2012, ALPES una cooperativa con soci delle più disparate professionalità (architetti, sociologi, biologi, editori ed economisti) che in comune hanno la passione per le Alpi, la loro storia e la loro cultura. Ho scelto di seguire il corso perchè volevo colmare alcune mie lacune e volevo entrare in contatto con le problematiche del territorio.
Durante uno dei fine settimana di studio intensivo, il corso ha fatto tappa a Trodena (BZ) per parlare di territorio e di modelli di sviluppo territoriale in area alpina. Oltre all’intervento di docenti universitari ed esperti professionisti, questo incontro ha previsto la presenza degli agricoltori del Consorzio del Caffè di Lupino di Anterivo, un piccolo borgo incastonato tra la val di Fiemme e la val d’Adige.
Gli agricoltori del consorzio hanno recuperato i semi di una antica coltivazione tradizionale; il Lupinus pilosus, una leguminosa da cui in passato si ricavava una bevanda simile al caffè oltre ad avere diverse proprietà fitoterapeutiche. L’incontro con loro è stato piacevole e gustoso.
Arriva la dine della primavera; Tirol, Alto Adige, Trentino e Transkom Sas  bandiscono un concorso per idee e progetti che potessero far cooperare proficuamente turismo ed agricoltura.
Volevo partecipare con la mia coop. Al concorso e l’idea è nata quasi all’istante, Alpes e il consorzio del caffè di Anterivo avrebbero potuto collaborare per creare qualcosa di nuovo e significativo.
Ho contattato personalmente il referente del Consorzio, ho trovato persone entusiaste e disponibili, con una gran voglia di far conoscere il loro territorio e il loro lavoro di recupero culturale. Due incontri ad Anterivo sono serviti a me per conoscere bene il territorio, gli agricoltori e i prodotti del Consorzio.
L’idea progettuale è stata veramente frutto di un lavoro a più mani, un esempio tangibile di cooperazione. L’impianto generale del progetto si fondava su  concetti fondamentali quali: agricoltura, turismo a passo lento, destagionalizzazione e cultura tradizionale. Su queste parole chiave è nato il progetto: ANTERIVO- I LUOGHI DEI COLORI DELL’AGRICOLTURA - Dall’incontro tra tradizione, agricoltura e natura; una proposta per viaggiatori caleidoscopici.
Non un solo evento ma una offerta turistica utilizzabile dagli ospiti che soggiornano ad Anterivo e nei comuni limitrofi, non nel periodo estivo dove le opportunità sono anche troppe, ma in periodi meno “noti” ma molto più interessanti dal punto di vista paesaggistico. Insieme abbiamo ideato un “pacchetto agro-culturale”, escursioni attraverso i campi e le malghe sparse sul territorio, accompagnati da chi quella terra la vive e la lavora, un nuovo modo di raccontare la cultura sul campo. Grazie all’appoggio degli albergatori locali all’offerta si è potuto aggiungere anche la possibilità per chi partecipa all’iniziativa di degustare piatti sfiziosi il cui ingrediente principale sarà ovviamente il Lupinus pilosus nelle sue diverse declinazioni.
Mi sento di dire che questo bellissimo risultato è senza dubbio figlio della cooperazione nata grazie ad Accademia della montagna che ha promosso e voluto questo corso e a TAM -SAT, che ha saputo scegliere luoghi e tematiche che ci hanno permesso di toccare e conoscere davvero il territorio alpino e le sue mille sfaccettature.
Il nostro progetto oggi è tra i nove ammessi alla premiazione finale, su più di 120 progetti presentati. Il 25 ottobre a Bolzano saranno eletti i tre vincitori e siamo convinti di avere tutte le carte in regola per dare battaglia agli altri partecipanti. Resta fermo il fatto che, comunque vada la serata finale, la rete tra Alpes ed Anterivo si è già messa in moto per poter realizzare comunque l’idea progettuale, tra non molto avrete altre notizie, per cui vi invito ad attendere la raccolta dei frutti fino ad ora nati e che stiamo facendo maturare."

Trento, 14 Ottobre 2012