SCI

CRISTIAN ZORZI

Appartiene al gruppo sportivo delle Fiamme gialle. Vive a Someda, frazione di Moena. Dopo aver esordito nella Coppa del Mondo di sci di fondo nel dicembre 1993 a Dobbiaco, iniziò ad emergere verso la fine degli anni 1990 nella nuova specialità dello sprint, gare veloci ad eliminazione su brevi distanze. La sua prima vittoria nella Coppa del Mondo arrivò nella sprint a tecnica libera di Lahti (Finlandia) il 3 marzo 2000. Da allora, tutti i suoi piazzamenti sul podio in Coppa del Mondo (5 vittorie, 1 secondo posto, 3 terzi posti al 4 febbraio 2006) sono stati ottenuti in gare sprint a tecnica libera. Nell'apposita classifica di specialità, fu secondo nella stagione 2001/02 e terzo nella stagione 2002/03. Conosciuto anche come "Zorro", per il suo carattere esuberante e per l'assonanza col cognome, è stato, per la sua velocità allo sprint, per molti anni l'ultimo frazionista della staffetta italiana. Grazie a questa sua abilità ha ottenuto la medaglia d'argento ai campionati del mondo di sci nordico a Lahti in Finlandia nel 2001 nella gara sprint (1500 metri). Ai Giochi olimpici di Salt Lake City nel 2002 ottenne la medaglia di bronzo sempre nella gara sprint oltre alla medaglia di argento, dietro alla Norvegia nella staffetta 4 x 10 km. Ai Giochi olimpici di Torino 2006 è stato l'ultimo frazionista della staffetta italiana che ha vinto la medaglia d'oro nella 4 x 10 km. Grazie al vantaggio accumulato sugli avversari nelle ultime due frazioni, Zorzi non ha avuto bisogno di ricorre alle sue doti di sprinter nella volata finale, anzi si è fermato a raccogliere la bandiera italiana da un tifoso prima di tagliare il traguardo. Nel 2007, assieme a Renato Pasini, ha vinto la medaglia d'oro ai mondiali di sci nordico di Sapporo nello sprint a squadre tecnica libera uomini.

CHIARA COSTAZZA

È cresciuta e risiede a Pozza di Fassa;  ottiene il suo primo risultato di rilievo ai Campionati italiani juniores del 2001 disputati al Sestriere, laureandosi campionessa italiana juniores di slalom speciale. Ha esordito in Coppa del Mondo il 22 dicembre 2002 nello slalom di Lenzerheide. Specialista delle discipline tecniche, Chiara Costazza gareggia per il Gruppo Sportivo Fiamme Oro e per la nazionale italiana, in rappresentanza della quale ha partecipato, gareggiando in slalom ai Giochi olimpici invernali di Torino 2006 (8ª) e Vancouver 2010 (non conclude). Chiara Costazza grazie ai buoni piazzamenti della stagione 2006-2007 è una delle slalomiste di punta della nazionale italiana e nella stagione 2007-2008 ottiene il primo podio in Coppa del Mondo: terza nello slalom di Reiteralm, in Austria, dopo aver ottenuto il migliore tempo nella prima manche. La prima - e finora unica - vittoria viene nel dicembre 2007 a Lienz (Austria), dove sempre in slalom sale sul gradino più alto del podio a distanza di dieci anni dall'ultima vittoria italiana nella specialità, ottenuta da Lara Magoni nel 1997. Agli inizi della stagione 2008-2009, ad Aspen, è vittima di una brutta caduta con conseguente lesione del tendine di Achille. L'infortunio la tiene a lungo lontano dalle competizioni; soltanto nel gennaio 2010 riesce a tornare a compiere qualche gara, sia pure sporadicamente.

DAVIDE SIMONCELLI

Residente a Lizzana di Rovereto, è un gigantista puro. In Coppa del Mondo ha esordito nello slalom speciale di Madonna di Campiglio del 13 dicembre 1999 e ha ottenuto due vittorie e due quarti posti nella classifica finale di Coppa del Mondo di slalom gigante, nel 2006 e nel 2010. È giunto una volta primo e quattro volte secondo nello slalom gigante dell'Alta Badia sulla Gran Risa, pista che esalta particolarmente le sue caratteristiche. Il 29 gennaio 2007 si è infortunato su una pista della Val di Fassa rompendosi il legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro. A causa di questo infortunio non ha potuto partecipare ai Mondiali di Åre nel febbraio 2007. Dopo un 2008 travagliato a causa di continui problemi alla schiena[, nel 2009 ritrova una discreta forma ed arrivano buoni risultati, in particolare in Alta Badia, dove arriva secondo dietro all'altro italiano Massimiliano Blardone, e a Garmisch-Partenkirchen, nella gara valida per le finali di Coppa del Mondo, dove giunge secondo dopo lo svizzero Carlo Janka. In carriera ha partecipato ai Giochi olimpici invernali di Torino 2006 (non conclude la gara di gigante) e a quelli di Vancouver 2010 (20° in gigante), a quattro edizioni dei Mondiali (2001, 2003, 2005, 2009) e ai Mondiali juniores a Pra Loup nel 1999.